Viaggio Nel Mondo

Arki e Marathi

Isole Dodecaneso: Marathi

© alex@faraway

Le due isole in assoluto più piccole del Dodecaneso, Arki e Marathi, sono pressoché deserte. Isole da intenditori, amanti della tranquillità assoluta e che nascondono qualche sorpresa davvero notevole.

Piccolissime, dimenticate, lontane da tutto. Circa cinquanta abitanti a testa, per Arki e Marathi, isole del silenzio se mai ne esistono nel Mediterraneo. Gli unici villaggi abitati sono i rispettivi porti. Ognuna delle isole si gira a piedi in poco più di un paio d’ore. Qualche taverna e poche case, pochissime le offerte di soggiorno e pernottamento, ma ancora più scarsa è la domanda, quindi nelle locande delle due isole non sarà impossibile trovare un posto anche all’ultimo momento. Frequentate soprattutto dai diportisti curiosi e da chi ama rimanere indisturbato, Arki e Marathi hanno da offrire proprio uno dei beni più rari: una pace assoluta, la solitudine a portata di mano, un’atmosfera meditativa lontana da ogni caos.

Tiganakia Bay

Il mare di Arki e Marathi è definito in vari modi da chi le ha visitate: magico, meraviglioso, cristallino, perfetto, pulitissimo, incontaminato. E del resto non ci si può aspettare di meno da due luoghi così appartati. Ma se siete in visita da queste parti, c’è una sola spiaggia che merita tutta la vostra attenzione, nonostante ce ne siano molte di apprezzabili. Tiganakya Bay, ad Arki, è qualcosa più che apprezzabile. Una baia semichiusa a formare una piccola laguna dal blu intenso, con fondali rocciosi pulitissimi. Semplicemente una meraviglia.

,